Seguici su…

 Ancara su Google  Contatta Ancara su twitter   Siamo anche su Facebook   Ancara in Linkedin   Ancara su Youtube


Sei una start-up? Ancara ti fa un regalo!

Ancara sostiene le startup

Da qualche tempo partecipiamo agli incontri denominati “Startup weekend” che si svolgono nei fine settimana in varie località italiane (Torino, Brescia, Verona, Trento…) che hanno lo scopo di far conoscere le idee di tanti giovani, confrontarle, farle votare dai partecipanti e premiare le migliori: successivamente queste idee dovrebbero tramutarsi in realtà, prodotti o servizi, ed iniziare a confrontarsi col mercato.

Come funziona?

Si arriva il venerdì sera, si propone la propria idea, si costruisce un team e si cerca di realizzare insieme l’idea durante l’arco di un fine settimana. Di solito si ha a disposizione un minuto per presentare l’idea, tutte le idee vengono votate e ne vengono scelte dieci. Tra le persone in sala si capisce chi vuole provare a realizzarla e si lavora sull’idea, sulla presentazione in forma
di pitch elevator, sul business model con lo scopo di convincere la giuria. La domenica pomeriggio i dieci selezionati hanno a disposizione pochi minuti per presentare quello che hanno fatto. Chi
vince ottiene una certa visibilità ed eventualmente incontri con possibili finanziatori.

Dato che il modo più rapido per farsi conoscere è utilizzare internet e che molte di queste idee sfruttano i servizi internet, ecco che entra in gioco Ancara, fornendo alla startup un server virtuale per iniziare pubblicare la propria landing page, le procedeure sviluppate o la piattaforma die-commerce: 12 mesi gratuiti con un servizio di alto livello (server virtuale 512 mb. ram, 10 gb. hd, IP dedicato, 10 mbit banda e anche alcuni domini registrati gratuitamente).

Sei una startup? Contattaci!

Continuano i problemi di invio della posta elettronica: il tuo server smtp funziona ancora?

In questi giorni continuano a chiamare Clienti che lamentano problemi di invio della posta elettronica: questo succede perché i fornitori della connessione ADSL che storicamente hanno sempre incluso il servizio di spedizione della posta, hanno deciso di chiuderlo progressivamente.

Il servizio di invio è fornito dal server smtp, lo trovate nell’impostazione del Client di posta elettronica con una descrizione, a seconda del programma che utilizzate, simile a questa : SERVER -> Posta in uscita -> SMTP.
Ora la gestione dell’invio della posta è diventata sempre più onerosa a causa dell’enorme quantità di messaggi da spedire e dello Spam: i grandi operatori progressivamente dismetteranno i server smtp inclusi nel servizio ADSL proponendo un servizio smtp a pagamento.

ANCARA non si occupa dell’invio della posta dei propri Clienti ma solo della ricezione, tuttavia abbiamo deciso di non farci trovare impreparati di fronte a questa situazione e stiamo utilizzando da qualche mese il servizio di invio della posta elettronica fornito da formail.it

E’ un ottimo servizio che ci sentiamo di consigliarvi e che ha questi vantaggi:

  • E’ indipendente dalla connessione cioè puoi spedire messaggi dall’ ufficio, da casa, in aeroporto, dall’albergo, ecc… senza variare alcuna impostazione;
  • Con formail puoi spedire messaggi dal computer, telefono, smartphone, Ipad ecc…;
  • A seconda delle versioni del servizio puoi avere un controllo preventivo antivirus e antispam: eviti di inviare virus ai destinatari (di solito molto imbarazzante!);
  • Il tuo messaggio non giunge a destinazione e sei curioso su “che fine ha fatto”? Formail fornisce il log degli invii effettuati.

Hosting: questione di …prezzo?

Ci occupiamo solo di hosting e quasi ogni giorno ci sentiamo dire dai Clienti: “dal fornitore  XXXXX lo stesso servizio costa meno”!

Ovviamente questo succede in tutti i settori di business (o quasi) ma in quelli a maggior diffusione e competitività, come il mercato dell’hosting,  in modo particolare.

E sempre ovviamente tutti rispondono: “Dipende dalla qualità del servizio” !

Proviamo a rispondere in modo diverso, con una domanda:

“Come faccio a valutare un servizio di hosting”?

La risposta è “Semplice, provalo: 1 mese gratis”!

In realtà non è così “semplice”: in molte situazioni non c’è tempo (e voglia) di provare un nuovo fornitore, magari il Cliente ha già subito dei disservizi ed ha fretta di spostarsi senza però “passare dalla padella alla brace”.

Se poi il professionista/azienda del settore ha 100 domini da trasferire, non può certo spostarli per un mese per poi cambiare ancora fornitore: probabilmente perderebbe un po’ di Clienti!

Tenendo presente che l’offerta della prova gratuita, se possibile, è ancora valida :-), il Cliente ha comunque dei parametri che può valutare ed ora finalmente ne elenchiamo alcuni per farvi scegliere Ancara.net, oppure no 🙁

  • L’azienda è nata nel 1996;
  • Si occupa solo di hosting e servizi collegati (la casella p.e.c., il Faxtomail, per noi sono sempre hosting);
  • Gestiamo decine di migliaia di domini con più di mezzo migliaio di servers, prima fisici e recentemente virtuali VMware in cloud;
  • Abbiamo un’adeguata dotazione di banda che garantisce tempi di risposta al di sotto dei 9 ms e 2 hop al mix di Milano (punto di raccordo e scambio traffico di tutti gli operatori);
  • Siamo in tanti (una ventina) e trovate sempre qualcuno che vi risponde (al telefono, su skype, via e-mail, twitter ecc…);
  • Siamo maniaci della posta elettronica: abbiamo 6 server MX e siccome ci piace anche la “trasparenza”, qui trovate gli up-time (cercate i server Ancara MX)
  • I tecnici poi, per i problemi seri, sono sempre raggiungibili con SMS;
Non è ancora sufficiente? State cercando altre caratteristiche/servizi?
Parliamone!

 

 

Posta elettronica: problemi nell’invio e-mail col server smtp?

Posta elettronica:

da qualche giorno sentiamo dei Clienti che lamentano la difficoltà nell’inviare e-mail col servizio di invio (server SMTP) tipicamente messo a disposizione dai fornitori di connettività (ADSL).

Già in passato erano circolate “voci” circa l’intenzione dei principali fornitori di connessione ADSL di “dismettere” il servizio d’ invio gratuito per iniziare a fornirlo a pagamento:

non sappiamo se sia effettivamente in atto questo cambiamento ma di sicuro l’argomento è sempre stato di particolare interesse soprattutto per le aziende. Nonostante i vari social-media e tutti i sistemi di comunicazione istantanea, la posta elettronica è ancora il mezzo più utilizzato e comodo per l’invio di messaggi, ordini, allegati tecnici ecc… ed anche l’archiviazione dei messaggi e-mail è molto comoda e consente di creare un archivio storico (e qui potremmo aprire un altro capitolo riguardante lo storage della posta ma sarà oggetto di un altro articolo 😉

Una delle “voci” di cui si parlava prima la trovate su http://siamogeek.com/2012/10/interbusiness-chiude-mail-relay/

In ogni caso, per poter spedire i messaggi sempre, con qualunque connessione (casa, ufficio, albergo, aeroporto…), con un controllo antivirus preventivo (per non inviare a vs. insaputa messaggi infetti), con un log del servizio ed altri vantaggi, Ancara.net ha scelto un server SMTP indipendente e lo consiglia ai propri Clienti è www.formail.it

Provatelo gratuitamente!

 

Start up: adottala!

Tutti ne parlano, ma cosa sono?

Dato che l’argomento è affrontato con competenza da 2 bresciani (Raimondo Bruschi imprenditore e Francesco Zambelli, giornalista) nel libro “Adotta una start-upcon piacere vi segnaliamo il sito dove scaricare il libro http://www.adottaunastartup.com  e ne riportiamo un breve brano

“Start-up in inglese vuol dire avvio, inizio. Se il significato nel campo economico avesse mantenuto quello semantico, avremmo facilmente identificato con la parola “start-up” ogni impresa nata da poco, diciamo con meno di tre anni di vita.

Questo termine però è entrato nel lessico comune dei neo laureati
universitari statunitensi, soprattutto di quelli che da Standford si muovono
tra le aziende della Silicon Valley, generalmente per identificare le nuove
imprese tecnologiche. Si usa nei media, nei libri, nelle lezioni universitarie.

Quando è arrivato in Italia, portava dentro di sé un senso di innovazione e
di giovinezza.

Quando si pensa a una start-up, compare quasi automaticamente nella
mente degli addetti ai lavori un ragazzo con meno di 25 anni, appena uscito
dall’università o studente fuori corso, che ha un’idea innovativa e cerca…”

continua su adottaunastartup.com

Nuovo sito Ancara.net

Un nuovo modo di comunicare

Il nuovo sito ancara.net e’ sinonomo di un nuovo modo di comunicare: dopo tanti anni abbiamo sentito l’esigenza di realizzare un sito web funzionale alla nuova filosofia di comunicazione tra l’azienda e il Cliente. Ci sono filmati, link ai canali social (per i quali vi invitiamo a cliccare mi piace 🙂 nell’ottica di potervi anche aggiornare sui momenti di vita aziendale, sulle scelte tecniche che rendono i servizi che offriamo sempre più performanti ma soprattutto su quanto sta intorno a tutti noi e condiziona il mercato.

e-commerce: attenzione ai contratti!

Sempre più spesso si sente parlare della tutela dei consumatori (Altroconsumo e associazioni simili…) e del tentativo di assicurare a tutti i cittadini dell’Unione Europea gli stessi diritti e garanzie.

Dato che il commercio elettronico abbatte potenzialmente i confini nazionali, ecco che la l‘Unione Europea si è espressa sulla protezione dei consumatori nei contratti a distanza (05/07/2012) e tra le varie indicazioni ha ribadito (in effetti c’erano già delle normative) che ad ogni consumatore che effettua  un acquisto a distanza, dovranno essere fornite determinate informazioni:

  • identità del fornitore (se il contratto prevede un pagamento in anticipo va indicato anche l’indirizzo del fornitore);
  • caratteristiche principali del bene o del servizio oggetto della vendita;
  • prezzo del bene/servizio comprensivo di tasse o imposte;
  • eventuali spese di consegna;
  • modalità di pagamento, consegna o esecuzione del contratto;
  • esistenza del diritto di recesso.
Il problema che si pone a chi svolge attività di commercio elettronico riguarda il modo in cui fornire queste informazioni: è evidente che se la normativa dice che devono essere ricevute dal consumatore su un supporto duraturo, la pubblicazione sul proprio sito (modificabile in qualsiasi momento) non è una soluzione accettabile.

Esistono da tempo servizi che si occupano di certificare la data di creazione di un documento (marca temporale) e rendono immodificabile un documento o almeno ne segnalano l’eventuale modifica (firma digitale) ma sono troppo costosi o complicati.

Noi abbiamo scoperto un servizio che ci sembra risolvere i problemi dei contratti a distanza, in particolare l’aspetto della “fornitura su un supporto durevole” in maniera molto più “user-friendly”: linkok.eu

Dategli un’occhiata 🙂 ne sentiremo parlare in rete!

Arrivano i domini “speciali”!

Finalmente in Italia è possibile registrare nomi a dominio (domini) con caratteri non latini ( ä, ê, ë, î, ï, ô, ö, û, ü, æ, oe, ç, ÿ e ß) e soprattutto accentati, per registrare “correttamente” nomi come caffè-caffé, papà, città ecc… anche se in realtà i nomi più interessanti sono stati registrati già pochi secondi dopo l’inizio delle “danze”.

In ogni caso è utile verificare se sia disponibile il nome a dominio di vs. interesse che abbia queste caratteristiche (es. piùpizzapertutti.it) che magari in precedenza avevate registrato senza accento, anche per evitare che lo registri qualche concorrente.

Se avete bisogno di altre informazioni contattateci

Server virtuali: nuova piattaforma VPS Ancara

Da oggi è funzionante la nuova piattaforma VMware (hardware DELL)  dedicata all’hosting dei server virtuali: un notevole investimento che ci consente di erogare servizi con ottime performance ed affidabilità.

Abbiamo codificato alcune vps di base, differenziandone le caratteristiche  a seconda del sistema operativo richiesto:

VPS Linux

  • 1 core;
  • 512 Mb. ram;
  • 10 Gb. hd;
  • banda 10 Mbits dedicata

VPS Windows

  • 1 core;
  • 512 Mb. ram;
  • hd 20 Gb.;
  • banda 10 Mbits dedicata

Per le startup, abbiamo riservato una sorpresa: contattateci!

Dati aziendali in homepage

Capita spesso di navigare su un sito e non trovare molte informazioni, solitamente posizionate in fondo alla pagina/homepage, circa l’azienda o il soggetto titolare del sito: questo fa si che possano sorgere dei problemi.

Il primo problema, per i siti più “anonimi” (dove magari c’è solo un indirizzo e-mail)  può essere quello di generare un po’ di “sfiducia” nel navigatore causa l’impressione di non sapere con “chi si ha a che fare” e nel caso di aziende che propongono prodotti/servizi (per non parlare ovviamente di chi fa e-commerce) non è molto positivo.

Il secondo aspetto è quello “legale”,  ovvero ci sono delle norme (come al solito non molto conosciute e a volte interpretate diversamente) che disciplinano la pubblicazione di determinati dati aziendali nell’ homepage del sito: attenzione, si parla proprio di homepage (art. 35 DPR 633/72), quindi anche chi indica questi dati ma in una pagina interna (tipicamente “chi siamo”) potrebbe essere in errore. Qualcuno ha anche ricevuto delle sanzioni 🙁

Si trovano varie info in merito nella rete, queste sono alcune fonti:

  1. http://www.unisi.it/ammin/uff-ragi/Fisco/DPR633-72.htm
  2. http://www.lavoroimpresa.com/33_siti_web_aziendali_dati_informazioni_inserire_per_legge?page=1
  3. CODICE CIVILE Articolo 2250 http://www.dirittoweb.com/codicecivile/codice_civile44.html

Continua a leggere