Seguici su…

 Ancara su Google  Contatta Ancara su twitter   Siamo anche su Facebook   Ancara in Linkedin   Ancara su Youtube


Domini

Domini

Nuovi domini gTLD – spazio alla tua immagine migliore

www

Il lato veramente entusiasmante di avere una attività è vederla crescere.

Nasce con una idea, un core business ma poi spesso finisce per affrontare sfide nuove, prodotti nuovi o offrire nuovi servizi. Sul mercato si inizia ad essere presenti e conosciuti non solo con il proprio nome ma anche con quello dei principali prodotti e servizi, nascono società collegate e la propria immagine arriva ad andare molto oltre il nome iniziale che gli avevate dato.

Purtroppo capita sempre più spesso che, nel momento in cui si decide di rappresentare tutto questo nel web, ci si scontri con una situazione molto fastidiosa:

il nome a dominio ideale per il nostro brand/prodotto/servizio è già occupato.

A questo punto si dirotta la scelta su domini con estensioni meno adatte, oppure si utilizzano nomi con la presenza di trattini o underscore, fino a decidere di pubblicare tutto sotto un unico dominio non coerente, perdendo di fatto molta della propria visibilità potenziale.

Questo è il momento opportuno per risolvere il problema.

 Finalmente sono state rese disponibili e registrabili nuove estensioni .gTld che permettono di ottimizzare il nome a dominio ottenuto, in quanto foneticamente più facili, molto rappresentative di un settore o di un ambito e adatte a specificare al meglio un prodotto/servizio.

Essendo disponibili da poco, è altamente probabile che ora sia possibile trovare il proprio dominio ideale su queste estensioni, per cui affrettatevi. Potrete finalmente essere presenti in rete con una immagine migliore, chiara, forte e questo vi permetterà di crescere ulteriormente.

Nuovi TLD – Che cosa bolle in pentola

Si sente recentemente parlare con grande frequenza ed enfasi dei nuovi TLD (Top Level Domain), cioè la possibilità di registrare i domini non più con le sole estensioni .it /.com /.org /.eu (quindi pubblicare siti web come mionome.it, miaazienda.com, associazionemia.org), ma anche con nuove ed ulteriori estensioni connesse a specifici nomi o brand, o città (ad esempio miosito.google, miosito.roma).

Una bella opportunutà di ampliare gli orizzonti per molte aziende e attività che operano o desiderano operare in rete, di fatto una rivoluzione nel mondo di internet e dei domini.

Sia chiaro che queste innovazioni sono ancora in fase di studio e discussione e regolamentazione, rendendo la materia ancora indefinita e non certa, poiché l’ ICANN ha rimandato più volte il lancio dei nuovi gTLD modificando la loro timeline in continuazione, non essendo ancora completamente risolte e definite le problematiche connesse alla loro gestione, sia nella fase di registrazione sia per quanto riguarda le procedure accesso e di tutela dei diritti sui nomi.

Ancora nessuno sa esattamente quali regole e restrizioni adotteranno i singoli Registri per i rispettivi gTLD.
Ad esempio per registrare un .wine si potrebbe dover dimostrare di essere dei produttori di vini, così come essere degli isp che erogano servizi di posta elettronica per poter registrare un dominio .email o degli operatori dell’industria dell’intrattenimento per adulti per disporre di un .sex.

L’approccio di molti provider in questo periodo risulta evidentemente aggressivo e ingannevole, poiché alcuni hanno iniziato a pubblicizzare la possibilità di prenotazione di domini con nuova estensione.

Le prenotazioni non sono altro che l’espressione dell’interesse verso un determinato dominio appoggiato su uno dei nuovi gTLD. Non si tratta di registrazioni nè tantomeno di prenotazioni vere e proprie, poiché non danno certezza di ottenere quanto si chiede. Si manifesta semplicemente il proprio interesse verso un determinato dominio, interesse che viene “annotato” da qualcuno che cercherà di aggiudicarselo per conto nostro… se e quando verrà il momento.

E’ d’obbligo l’invito a non lasciarsi sedurre da pubblicità che non hanno ancora riscontro nel reale.

Truffa sui domini, occhi aperti al finto EU Business Register

L’ultima invenzione, che si prefigura di fatto come un ennesimo tentativo di truffa sui domini, è quella che Vi segnaliamo e che si sta diffondendo in questi giorni attraverso la ricezione di un messaggio email agli intestatari di domini.

Nell’email il “EU Business Register” ingannevolmente richiamando alla mente il Registro Europeo per i domini .eu  (quello vero si chiama Eurid), potrebbe indurre in errore ritenendo la comunicazione sia correlata alla registrazione o rinnovo di un dominio .eu presso tale Registro; si tratta invece di un’iscrizione a servizi totalmente differenti e che nulla hanno a che vedere con i domini.

Un messaggio ingannevole quindi, che riportiamo qui insieme all’allegato modulo d’ordine che potreste ricevere e che suggeriamo, semplicemente, di ignorare:

 

From: EU Business Register register@ebrbusinessreg.eu
Subject: EU Business Register 2013/2014

Dear Madam/Sir,

In order to have your company inserted in the EU Business Register for 2013/2014, please print, complete and submit the attached form (PDF file) to the following address:

EU BUSINESS REGISTER
P.O.BOX 3079
3502 GB UTRECHT
THE NETHERLANDS
Fax: +31 205 248 107

Updating is free of charge.

 

In caso di dubbi o necessità, vi invitiamo a contattare la nostra Assistenza Clienti ANCARA.net

Arrivano i domini “speciali”!

Finalmente in Italia è possibile registrare nomi a dominio (domini) con caratteri non latini ( ä, ê, ë, î, ï, ô, ö, û, ü, æ, oe, ç, ÿ e ß) e soprattutto accentati, per registrare “correttamente” nomi come caffè-caffé, papà, città ecc… anche se in realtà i nomi più interessanti sono stati registrati già pochi secondi dopo l’inizio delle “danze”.

In ogni caso è utile verificare se sia disponibile il nome a dominio di vs. interesse che abbia queste caratteristiche (es. piùpizzapertutti.it) che magari in precedenza avevate registrato senza accento, anche per evitare che lo registri qualche concorrente.

Se avete bisogno di altre informazioni contattateci