Seguici su…

 Ancara su Google  Contatta Ancara su twitter   Siamo anche su Facebook   Ancara in Linkedin   Ancara su Youtube


WindDown funziona tutto #Wind #Infostrada #Libero

#windown #win #libero #infostrada

WinDown #win #libero #infostrada


I nostri sistemi sono perfettamente funzionanti  – WindDown

I disservizi nella giornata odierna sono solo causa delle utenze non funzionanti di Wind Infostrada  Libero

 


Ne forniamo prova con la migliore collezione di Twitter oggi pubblicati per WindDown :

Ho scoperto perchè è crollata #Wind: l’ha comprata Zuckerberg.#WindDown #whatsapp

Venerdì 13, i tecnici 
#wind se la stanno vedendo brutta #WindDown #infostradadown

#WindDown #Wind #Infostrada avvisa i propri clienti su internet. Oddio, siete veramente l’intelligenza.

Essere clienti #wind è un po’ come essere elettori del #PD: è meglio partire già delusi. #WindDown #belloefake

Oggi mi sento come un server #Wind down.

Non è stata una grande idea quella di affidare a Panariello anche il settore tecnico.#infostrada #wind

vorrei ricordare il dramma degli utenti #infostrada e #wind che non possono lamentarsi su twitter.

 Ma se #wind e #infostrada non vanno ma il servizio clienti wind twitta… Allora vuol dire che nemmeno la wind usa wind

 #telefoniamobile #blackout C’è una tempesta solare in corso #wind è già in blackout e fra poco lo saranno anche gli altri 

La tempesta solare è la causa dei fermi solo dei sistemi di #Wind 

Uccide il vicino per il volume alto della tv. Aveva provato a telefonargli ma aveva#wind

Cara #wind puoi dire alla mia fidanzata Angelica ke nn sono scappato dal mondo e sopratutto ke nn la sto tradendo cn q#WindDown

Non far funzionare #wind e #infostrada era l’unico modo per bloccare i #grillini 

Sapevate che #wind e #whatsapp hanno lo stesso Manager? Qualcosa non torna… #WindDown#whatsappdown

 

traffico dati

traffico dati ancara.net del 13/14/15 Giugno 2014

 

Intoino – il piacere di vedere crescere le idee in cui crediamo

Intoino

 

 

Intoino è una Startup italiana che ha deciso di sviluppare un ecosistema hardware/software che metta alla portata di tutti, anche a chi non ha pratica di programmazione, le potenzialità della scheda opensource Arduino, altra eccellenza italiana.

Oggi Intoino si sta facendo conoscere in rete perchè è stata apprezzata anche a livello europeo e ha aperto un crowdfunding su Indiegogo con l’obiettivo di raccogliere 60.000 Euro per poter iniziare a distribuire i primi kit del loro prodotto.

Noi però li conosciamo da un pezzo. Da quel giugno 2012 a Torino in cui decisero di presentare la loro idea allo StartupWeekend.  Noi c’eravamo.

Seguiamo da tempo le varie StartupWeekend sparse per il territorio italiano,  cercando di essere d’aiuto ai giovani che vogliono mettere in gioco le proprie abilità e alle idee che riteniamo più interessanti, condividendo con loro la nostra esperienza e i nostri servizi.

E anche con Intoino è stato così. Li abbiamo conosciuti, abbiamo vissuto con loro l’emozione di quelle giornate e, quando si è trattato di dare una mano ad una idea interessante, non ci siamo tirati indietro:

abbiamo deciso subito di supportarli ospitando, senza oneri, il loro sito Intoino.com nella nostra server farm di Brescia e da allora è sui nostri server, dove è potuto crescere esattamente come la loro idea.

Il nostro augurio è che possano raggiungere grandi obiettivi ma su una cosa possono contare già da ora: se ne avranno bisogno, noi ci saremo.

Nuovi domini gTLD – spazio alla tua immagine migliore

www

Il lato veramente entusiasmante di avere una attività è vederla crescere.

Nasce con una idea, un core business ma poi spesso finisce per affrontare sfide nuove, prodotti nuovi o offrire nuovi servizi. Sul mercato si inizia ad essere presenti e conosciuti non solo con il proprio nome ma anche con quello dei principali prodotti e servizi, nascono società collegate e la propria immagine arriva ad andare molto oltre il nome iniziale che gli avevate dato.

Purtroppo capita sempre più spesso che, nel momento in cui si decide di rappresentare tutto questo nel web, ci si scontri con una situazione molto fastidiosa:

il nome a dominio ideale per il nostro brand/prodotto/servizio è già occupato.

A questo punto si dirotta la scelta su domini con estensioni meno adatte, oppure si utilizzano nomi con la presenza di trattini o underscore, fino a decidere di pubblicare tutto sotto un unico dominio non coerente, perdendo di fatto molta della propria visibilità potenziale.

Questo è il momento opportuno per risolvere il problema.

 Finalmente sono state rese disponibili e registrabili nuove estensioni .gTld che permettono di ottimizzare il nome a dominio ottenuto, in quanto foneticamente più facili, molto rappresentative di un settore o di un ambito e adatte a specificare al meglio un prodotto/servizio.

Essendo disponibili da poco, è altamente probabile che ora sia possibile trovare il proprio dominio ideale su queste estensioni, per cui affrettatevi. Potrete finalmente essere presenti in rete con una immagine migliore, chiara, forte e questo vi permetterà di crescere ulteriormente.

2014 anno di cambiamento e di nuove opportunità

Un nuovo anno in arrivo porta sempre con se’ l’attesa di un rinnovamento. E il 2014 sarà sicuramente un anno di cambiamento e prospettive positive, per noi e per voi.

Nonostante la difficoltà del periodo e la crisi dei mercati, i risultati ottenuti ci hanno consentito di mantenere ANCARA.NET Servizi Internet un’azienda sana e salda, senza modifiche o variazioni nelle risorse umane, nelle attività, nell’infrastruttura. Una forza, cui viene oggi data nuova linfa attraverso le recenti modifiche nella partecipazione societaria (vedi Comunicato stampa), con l’ingresso nel gruppo Planetel Srl, da sempre radicato sul territorio lombardo come fornitore di servizi e prodotti a privati ed aziende.

Ma che cosa cambia?
Nulla.
E molto. 

Perché  i servizi attualmente erogati, che sostengono le Vostre idee e progetti in rete, rimarranno invariati e funzionanti, ma potranno avvantaggiarsi di un’infrastruttura tecnologica che andrà a potenziarsi e a migliorare le proprie caratteristiche tecniche e tecnologiche.

Perché le persone che ogni giorno danno ascolto alle vostre esigenze e risposta alle vostre necessità, rimangono al loro posto con la consueta professionalità e competenza tecnica, ma allo stesso tempo verranno a far parte di un team commerciale e tecnico ampliato ed arricchito di competenze.

Perché l’offerta di servizi e prodotti potrà essere ampliata e trovare nuove energie e per supportare le vostre esigenze in una gamma sempre più varia.

Ancara.net di fatto non cambia, mantiene la propria sede operativa, le stesse persone, lo stesso rapporto personale e fiduciario costruito nel tempo, ma con un nuovo impulso al miglioramento: sarete sempre affiancati e sostenuti nelle Vostre sfide tecnologiche, con servizi adeguati alle necessità di presenza e successo in rete, e con maggiore efficienza e produttività.

Vi preghiamo di prendere nota della Variazione della Sede Legale.

Lo Staff di Ancara.net augura a tutti un buon 2014.

 

Variazione Sede Legale

Vi preghiamo di prendere nota che la sede legale di ANCARA Servizi Internet Srl, a far data dal 20/12/13, è stata trasferita in

Treviolo (BG) in via Boffalora n. 4

Vi preghiamo di aggiornare in tal senso i vostri sistemi.
Nessun altro dato di carattere amministrativo o contabile viene variato.

La nostra sede operativa di Brescia, Via G. Di Vittorio, 51, rimane immutata, con le persone e i recapiti (telefono, fax, email, pec) di sempre.

La variazione sede legale della Servizi Internet consegue alla recente modifica della compagine societaria (v. Comunicato Stampa), che vede l’ingresso della Planetel Srl come nuovo socio unico. Maggiori informazioni…

 

Adeguamento dei pagamenti ai protocolli europei SEPA

 In base a quanto stabilito dal regolamento UE n. 260/2012 del 14 Marzo 2012, entro il 1° Febbraio 2014 il servizio nazionale di addebito diretto in conto corrente RID sarà dismesso e sarà sostituito da un servizio paneuropeo denominato SEPA DIRECT DEBIT (SDD).
SEPA è la sigla che identifica l’Area Unica dei Pagamenti in Euro (Single Euro Payment Area) ed ha l’obiettivo di creare un mercato integrato per i pagamenti in Euro sul territorio europeo, senza distinzione tra pagamenti nazionali e transfrontalieri.

ANCARA.NET si adeguerà a quanto stabilito dal suddetto regolamento UE, implementando le necessarie procedure e processi atti ad eseguire addebiti SDD.

A partire dal 01/01/2014, tutti i pagamenti in addebito automatico (RID) previsti per i contratti di fornitura in essere saranno eseguiti mediante il nuovo servizio di Addebito Diretto SEPA.

Per ciò che afferisce ai contratti già in essere, precedentemente domiciliati su conto corrente bancario e attualmente basati sul servizio RID, i pagamenti verranno effettuati senza interruzioni rispetto ai precedenti, alle condizioni attualmente praticate, senza alcuna variazione. L’autorizzazione al pagamento degli addebiti RID già sottoscritte mantengono infatti la validità anche per gli addebiti SDD ai sensi del sopra menzionato regolamento UE.
Tale variazione non comporterà per il cliente alcun aggravio di costi, ne’ attività aggiuntive.

Per informazioni normative su SEPA e addebiti SDD, è disponibile il regolamento UE n. 260/2012 del 14 Marzo 2012 .

Per qualsiasi ulteriore informazione o aiuto, contattate la nostra Assistenza Clienti ANCARA.NET

Comunicato Stampa – Acquisizione delle quote dalla Planetel Srl

 

Brescia, 13/11/13
Perfezionata l’acquisizione della totalità delle quote alla Planetel Srl

Si rende noto che nell’ambito dell’acquisizione di quote societarie, con atto del con atto del 11 Novembre 2013  è stata perfezionata la cessione del 100% delle quote del capitale della Servizi Internet Srl a favore della Planetel Srl che ne diventa Socio Unico.

Per le proprie competenze ed esperienze specifiche maturate nel mondo dei servizi hosting e housing, applicativi web, registrazione domini, posta elettronica, posta elettronica certificata, con notorietà raggiunta a livello nazionale attraverso specifiche politiche di branding (Regdom, Gespec, Ancara, Unitedhost, Comprapec, Formail, Registrailtuomarchio), Servizi Internet si inserisce oggi strategicamente nell’attività del Gruppo Planetel, già leader del mercato italiano nei servizi Internet a Larga Banda e nello sviluppo di soluzioni e di network integrate.

“Abbiamo scelto Servizi Internet perché condividiamo una stessa visione di futuro possibile, dove il fornitore diventa partner del cliente, lo affianca e lo supporta nelle proprie attività ed interessi e nello sviluppo collaborativo del proprio business.

Nel caso specifico, il nostro gruppo, già operativo e radicato sul territorio, si completa attraverso questa acquisizione, delle competenze e conoscenze di un team specializzato nella  fornitura di servizi e applicativi tramite il web, un patrimonio e un know-how portati ai massimi livelli nel corso della decennale esperienza di Servizi Internet.”

Servizi Internet Srl – www.servizi-internet.eu
Planetel Srl – www.planetel.it

 

Nuovi TLD – Che cosa bolle in pentola

Si sente recentemente parlare con grande frequenza ed enfasi dei nuovi TLD (Top Level Domain), cioè la possibilità di registrare i domini non più con le sole estensioni .it /.com /.org /.eu (quindi pubblicare siti web come mionome.it, miaazienda.com, associazionemia.org), ma anche con nuove ed ulteriori estensioni connesse a specifici nomi o brand, o città (ad esempio miosito.google, miosito.roma).

Una bella opportunutà di ampliare gli orizzonti per molte aziende e attività che operano o desiderano operare in rete, di fatto una rivoluzione nel mondo di internet e dei domini.

Sia chiaro che queste innovazioni sono ancora in fase di studio e discussione e regolamentazione, rendendo la materia ancora indefinita e non certa, poiché l’ ICANN ha rimandato più volte il lancio dei nuovi gTLD modificando la loro timeline in continuazione, non essendo ancora completamente risolte e definite le problematiche connesse alla loro gestione, sia nella fase di registrazione sia per quanto riguarda le procedure accesso e di tutela dei diritti sui nomi.

Ancora nessuno sa esattamente quali regole e restrizioni adotteranno i singoli Registri per i rispettivi gTLD.
Ad esempio per registrare un .wine si potrebbe dover dimostrare di essere dei produttori di vini, così come essere degli isp che erogano servizi di posta elettronica per poter registrare un dominio .email o degli operatori dell’industria dell’intrattenimento per adulti per disporre di un .sex.

L’approccio di molti provider in questo periodo risulta evidentemente aggressivo e ingannevole, poiché alcuni hanno iniziato a pubblicizzare la possibilità di prenotazione di domini con nuova estensione.

Le prenotazioni non sono altro che l’espressione dell’interesse verso un determinato dominio appoggiato su uno dei nuovi gTLD. Non si tratta di registrazioni nè tantomeno di prenotazioni vere e proprie, poiché non danno certezza di ottenere quanto si chiede. Si manifesta semplicemente il proprio interesse verso un determinato dominio, interesse che viene “annotato” da qualcuno che cercherà di aggiudicarselo per conto nostro… se e quando verrà il momento.

E’ d’obbligo l’invito a non lasciarsi sedurre da pubblicità che non hanno ancora riscontro nel reale.

Truffa sui domini, occhi aperti al finto EU Business Register

L’ultima invenzione, che si prefigura di fatto come un ennesimo tentativo di truffa sui domini, è quella che Vi segnaliamo e che si sta diffondendo in questi giorni attraverso la ricezione di un messaggio email agli intestatari di domini.

Nell’email il “EU Business Register” ingannevolmente richiamando alla mente il Registro Europeo per i domini .eu  (quello vero si chiama Eurid), potrebbe indurre in errore ritenendo la comunicazione sia correlata alla registrazione o rinnovo di un dominio .eu presso tale Registro; si tratta invece di un’iscrizione a servizi totalmente differenti e che nulla hanno a che vedere con i domini.

Un messaggio ingannevole quindi, che riportiamo qui insieme all’allegato modulo d’ordine che potreste ricevere e che suggeriamo, semplicemente, di ignorare:

 

From: EU Business Register register@ebrbusinessreg.eu
Subject: EU Business Register 2013/2014

Dear Madam/Sir,

In order to have your company inserted in the EU Business Register for 2013/2014, please print, complete and submit the attached form (PDF file) to the following address:

EU BUSINESS REGISTER
P.O.BOX 3079
3502 GB UTRECHT
THE NETHERLANDS
Fax: +31 205 248 107

Updating is free of charge.

 

In caso di dubbi o necessità, vi invitiamo a contattare la nostra Assistenza Clienti ANCARA.net

Fax Vs. p.e.c.: vince il vecchio fax (nella pubblica amministrazione)

Riprendo un articolo pubblicato su “Gazzettino.it”, dove il giornalista riflette sul fatto che negli enti e Comuni più piccoli, dove a quanto pare è più difficile trovare le necessarie competenze informatiche, (o dove, penso io, per motivi di età, alcuni dipendenti più anziani faticano ad aggiornarsi alle nuove tecnologie) i messaggi di posta elettronica certificata ricevuti vengono stampati e ne viene archiviata la copia cartacea mentre il messaggio originale elettronico probabilmente cancellato: ovviamente il valore legale della PEC in questo modo svanisce.

Si potrebbe aprire un discorso interessante sull’archiviazione della PEC e su cosa succede ai messaggi archiviati, per esempio, se volessi cambiare gestore, ma ne parleremo in un’altra occasione.

Tornando all’articolo, l’esempio riportato dal giornalista è solo “una della tante follie legate ai mezzi di certificazione digitale segnalate dalla direzione informatica della Regione Veneto…”

Credo che la situazione non riguardi solo la Regione Veneto e nemmeno solo l’ambito “pubblico”: quante aziende ed imprenditori si sono visti costretti ad adeguarsi alla tecnologia (PEC, firma digitale ecc…) senza sapere esattamente a cosa servisse e/o come utilizzarla (e le normative spesso non fanno molta chiarezza).

Mi è capitato di assistere ad un convegno in cui parlando della firma digitale  ho scoperto che molte aziende/imprenditori la “lasciavano” per comodità al commercialista: dopo avere ricevuto spiegazioni sulla “validità” della firma digitale rispetto a quella autografa, si è visto un po’ di panico in sala 🙂

Quindi, se volete capire un po’ di più sulla PEC, vi consiglio questo sito http://www.guidapec.it/: credo sia uno dei migliori in rete.